Con una disponibilità di risorse pari a 420mila euro, il bando riconosce un contributo fino all’80% della spesa ammissibile, con un massimo di 30mila euro a comune, per attività di progettazione per l’individuazione e la disciplina degli “Ambiti urbani” (in condizioni di degrado così come definiti all’art.2 della L.r. 23/2018) nei casi in cui, per conseguire i propri obiettivi, occorra modificare il vigente piano urbanistico.

Il bando è consultabile in modalità offline sulla piattaforma di Filse dal 13/01/2020. Le domande di contributo potranno essere presentate telematicamente dal 20 al 31 gennaio 2020.

I 420mila euro stanziati sono una prima dotazione. Regione Liguria intende andare oltre le risorse disponibili per venire incontro ai comuni più piccoli, fornendo loro un supporto tecnico alla progettazione. Nel caso il numero di richieste ammissibili superi le risorse disponibili, i tecnici regionali affiancheranno gli uffici tecnici dei comuni sotto i 5.000 abitanti che non rientreranno nella ripartizione dei finanziamenti: per consentire loro di non rimanere indietro sulla progettazione di interventi importanti per il territorio e di realizzare un risparmio sulle spese di progettazione, in particolare per chi ha un piano regolatore datato.

Sono scaricabili i seguenti documenti: