26/03/2021

Si è svolta questa mattina una riunione tra Anci Liguria, Ifel e il Comune di Sanremo sulle problematiche di bilancio dell’ente locale e sul disequilibrio dei conti in vista dell’imminente bilancio di previsione, su cui pesa fortemente la situazione del Casinò.

Alla riunione hanno partecipato il direttore generale di Anci Liguria Pierluigi Vinai, il Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, l’assessore alle Finanze Massimo Rossano, la dirigente comunale del settore Cinzia Barillà, Andrea Ferri, responsabile dipartimento Finanza locale Anci – Ifel e Giuseppe Ferraina, responsabile ufficio Impatto manovre finanziarie Ifel.

Anci e Ifel si sono dette pronte a sostenere qualsiasi iniziativa a tutela del Comune per rappresentare nelle sedi opportune l’iniquità e l’anomalia di una situazione che ha visto il Comune di Sanremo, socio unico della Casinò Spa, pagare 3,2 milioni euro di imposte fisse allo Stato senza aver avuto un euro di utili. In tal senso la strada suggerita anche da Anci e Ifel, a sostegno di una battaglia che il sindaco Biancheri sta portando avanti da un anno, è quella di uno strumento legislativo in sede parlamentare, atto a ridurre l’impatto fiscale sul Comune di Sanremo. 

 “La situazione rimane estremamente complicata – dichiara il Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri – ma ringrazio Anci e il direttore generale Vinai per il supporto che ci stanno fornendo. Nei prossimi giorni i nostri uffici tecnici riesamineranno alcune voci alla luce dell’incontro odierno per capire se e quanto possa migliorare la previsione dei conti. Certamente il tempo stringe e i prossimi giorni saranno cruciali”.

 “È partita questo tipo di azione di helpdesk che siamo disponibili a fare con qualsiasi Comune, a maggior ragione con quelli che registrano maggiori difficoltà e con i più grandi, per accompagnare in un percorso di capacity building, quindi di crescita, sia gli amministratori politici sia i dirigenti e i funzionari locali – afferma il direttore generale di Anci Liguria Pierluigi Vinai – Gli uni e gli altri comprendiamo bene che hanno in questo momento delle apprensioni forti e condivisibili, ma ragionandoci insieme vediamo laddove e come si possono superare le difficoltà, e dove si possono quindi raggiungere i migliori obiettivi possibili per rendere bilanci e contabilità efficaci, a beneficio delle comunità locali, già fortemente provate da questa pandemia. Questo è un lavoro che magari non è così efficacemente percepito dai cittadini ma indirettamente è assai prezioso. Vogliamo ringraziare Ifel Fondazione Anci e i suoi maggiori esperti, Andrea Ferri e Giuseppe Ferraina, che ci stanno accompagnando in questo percorso”, conclude Vinai.