4/03/2021

È stata approvata all’unanimità dal Cal, Consiglio delle autonomie locali liguri, la proposta di legge (n. 55 dell’1 febbraio 2021) presentata dal gruppo consiliare della Lega in Regione che modifica la legge regionale n. 31 dell’1 agosto 2008 “Disciplina in materia di polizia locale”.

Il “parlamentino” ligure, organo costituzionale di consultazione tra Regione ed enti locali, presieduto dal Sindaco di Chiavari Marco di Capua e con segretario generale Pierluigi Vinai di Anci Liguria, ha dato il via libera alla pdl, messa in cantiere nella passata legislatura e nel frattempo aggiornata, che prevede l’introduzione di dotazioni aggiuntive a beneficio della polizia locale ligure, con lo scopo di garantire maggiore tutela agli operatori durante lo svolgimento delle proprie funzioni di ordine pubblico e sicurezza.

Nella fattispecie, la pdl prevede la possibilità dell’inserimento di nuovi strumenti e vestiario per coloro che effettuano servizi esterni di pattuglia a piedi o in auto/moto: spray privo di effetti lesivi permanenti, bastone estensibile, manette, giubbotti antitaglio ed antiproiettili, polo traspiranti (per i mesi estivi), berretto da baseball e caschi di protezione, tuta da ordine pubblico e stivaletti operativi.

Il Cal ha approvato, inoltre, con 19 voti favorevoli e 4 astenuti, la proposta di legge del gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle in Regione n. 58 del 26 febbraio 2021 “Modifica alla legge regionale 11 luglio 2014, n. 17 (Disciplina della raccolta e commercializzazione dei funghi epigei spontanei)”, già presentata al Cal nel 2018 e poi arenatasi.

La pdl in esame prevede alcuni correttivi di modifica delle norme regionali riguardanti gli obblighi in capo ai consorzi in materia di raccolta funghi, tra cui si rileva la necessità di disporre di una rendicontazione annuale consuntiva e trasparente sui proventi dei tesserini incassati dai consorzi, da inviare alla Regione obbligatoriamente entro il mese di settembre di ogni anno, pena la revoca dell’autorizzazione, contenente i dettagli dei ricavi e delle spese per gli interventi di cura, valorizzazione, promozione del territorio effettuati con la parte di proventi vincolati. La pdl prevede anche la predisposizione di una relazione preventiva riguardante gli interventi previsti per l’anno successivo, oltre che l’approvazione, con provvedimento della Giunta regionale, di linee guida per consentire una omogenea e chiara compilazione e raccolta della modulistica da parte dei consorzi, composti spesso da personale volontario e non più giovane.

Alla seduta del Cal hanno illustrato le rispettive proposte di legge l’assessore regionale alla Sicurezza Andrea Benveduti, il capogruppo della Lega in Consiglio Stefano Mai, il capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio Fabio Tosi.

Ora la palla passa al Consiglio regionale per la definitiva approvazione.